Ritorna l’appuntamento con i backstage di Alleghe Funivie, la rubrica che vi permette di conoscere le persone che con il loro lavoro rendono le piste da sci perfette come le trovate ogni mattina.

Stavolta ho fatto due chiacchiere con Ivano, macchinista e pietra miliare di Alleghe Funivie. Pensate, lavora qui dal lontano 1982, quando lo Ski Civetta aveva appena quattro anni di vita. Ivano si occupa del funzionamento e della supervisione degli impianti di risalita e nei  periodi di chiusura si aggrega al team di manutentori. Gli operatori come Ivano li trovate a valle e a monte di ogni impianto di risalita e il loro lavoro è fondamentale per garantirvi sicurezza e divertimento. Nonostante  possa sembrare un lavoro monotono, Ivano mi ha raccontato che bisogna essere sempre vigili e pronti ad aiutare utenti in difficoltà o, in caso di bisogno, fermare  l’impianto.
Nei suoi 35 anni da macchinista, Ivano ha visto l’evoluzione tecnica e tecnologica degli impianti di risalita, per esempio grazie all’agganciamento automatico le seggiovie rallentano nelle stazioni permettendo agli sciatori di salire con facilità e in tutta sicurezza. Ma non è sempre stato così.

Ivano mi ha raccontato che durante i suoi primi anni di lavoro, quando al posto delle seggiovie e delle cabinovie moderne che trovate oggi c’erano gli skilift e quando non esisteva l’innevamento artificiale, spesso ha dovuto trasportare la neve con la gerla per permettere agli sciatori di risalire con l’impianto. Qualche sera ha dovuto perfino portare a valle sulla schiena delle persone per chiudere la pista prima che facesse buio.

Storie d’altri tempi che Ivano racconta sorridendo.

Ai giovani che vorrebbero avvicinarsi alla professione del macchinista, consiglia di armarsi di tanta pazienza, disponibilità e passione. Il resto – precisa – vien da sé: lavorare all’aria aperta in montagna ha il suo fascino.

Si può dire che Ivano – per gli amici Dorich – abbia visto nascere, cambiare e crescere Alleghe Funivie dall’interno.

Tante sono le persone con cui ha lavorato e tante quelle con cui lavora ancora ogni giorno. “ Quando una pista è bella e un impianto funziona bene, dietro c’è il duro lavoro di tante persone in settori diversi ”, dice, “ e io voglio ringraziarle tutte – soprattutto quelle che purtroppo non ci sono più – perché in questi anni molto è migliorato e se è successo è grazie a loro ”.

Un grazie a Dorich e a tutti i macchinisti di Alleghe Funivie per il grande lavoro che svolgono ogni giorno! Buona stagione!

Post by Amina De Biasio